Passa ai contenuti principali

LA TUA START-UP È VENDIBILE???

 

Perché mi sono messa a scrivere di questo argomento? Anch’io ho una start-up !

E perché ne dovrei sapere più degli altri startuppers…?

Probabilmente oltre ai 25 anni di esperienza professionale come Responsabile amministrazione finanza e controllo/CFO, 6 anni di università con la laurea di dottore commercialista in due paesi 5 lingue parlate, un MBA, e … oltre a tutto questo, direi che la mentalità e l’attitudine a lavorare per obbiettivi ed al raggiungimento dei premi, ebbene tutto ciò mi ha fatto decidere di parlare in questo articolo.

Per 15 anni ho vissuto sotto il regime della dittatura di Ceausescu e all’epoca eravamo educati in questo modo…quest’educazione ha prodotto un radicale cambiamento della mia prospettiva di pensiero che pur mi appartiene in maniera naturale, oltre ovviamente al bagaglio culturale accademico. Alla luce dei brevi tratti essenziali della mia vita che vi ho appena descritto ritengo di poter suggerirvi strategie ed accorgimenti per migliorare la gestione delle start-up.

Credetemi, l’obbiettivo finale di una start-up non è il solo guadagno, ovvero adottare la più adeguata Exit Strategy, bensì che l’impresa possa funzionare senza che sia necessaria la tua presenza, vale a dire si creino le condizioni ottimali per la cosiddetta “continuità aziendale”: in sostanza diventi vendibile

Mi chiederete ...ma la differenza tra una proficua Exit Strategy e “vendere” non è la stessa cosa…?

No cari miei assolutamente no!

Semplicemente la differenza è la somma di denaro che potresti metterti in tasca!

Il setup di un’impresa è complicato se non se ne conoscono almeno le basi! In effetti non basta avere un’idea, metterla in pratica “et voilà” e pensare che il gioco sia fatto!

I primi quesiti da porsi sono questi:

  • L’idea ha un mercato?
  • È fattibile?
  • Quali sono i punti di forza e di debolezza?
  • Quanto costa metterla in atto?
  • Ho le risorse necessarie?

Sin qui si direbbe: è facile… mettiamo tutto in un business plan (se lo sappiamo fare), cerchiamo di fare il make-up al meglio per ottenere finanziamenti… e poi?

Poi ci vorranno le competenze per gestirla!

Le competenze le potresti anche trovare sul mercato, ma ti farai nuovamente la solita domanda: ho abbastanza liquidità per metterle in organico? Ne dubito fortemente…Probabilmente meglio reperirle in outsourcing.

Direi che a questo punto sarà irrinunciabile munirsi di strumenti per un’appropriata contabilità… così da poter usufruire delle necessarie indicazioni per razionalizzare tasse e costi.

In fine ti sarà essenziale un adeguato piano strategico che ti permetta di monitorare, misurare e correggere le tue azioni in tempo reale.

Dunque, implementare il tutto in un sistema integrato Semplice, efficace, misurabile, puntuale ed immediato è la mia IDEA e l’ho messa in pratica e funziona!

Mi riferisco al “METODO SEMPI” …la filosofia dei fatti che ti prende per mano e ti supporta nella complessità della tua impresa per fartela vivere in modo semplice e lineare.

Il “METODO SEMPI” si traduce, peraltro, traducendo il tutto in prezzi di privilegio senza che ciò vada a discapito del valore aggiunto della proposta professionale.

A questo punto, così facendo, si riesce ad arrivare ad un momento della vita della tua impresa in cui potranno sussistere i parametri fondamentali per collocarla in modo profittevole sul mercato.

Ed è adesso, solo adesso, che sarai sulla spiaggia a bere cocktail (COVID permettendo) mentre la tua impresa produrrà utili anche in tua assenza.

Un caro saluto!

Liana Gabriela Rotariu


Commenti

Post popolari in questo blog

Ricette in pillole per vivere un po' meglio... E creare i giusti presupposti per la crescita

Qualsiasi azienda può ottenere dei discreti risultati con una attenta analisi di mercato e il giusto sistema di marketing. Il difficile è impostare bene tutto quello che c’è prima.  vuoi essere un imprenditore libero?  Devi anche iniziare un sano processo di gestione del tempo in azienda. Alla fine, sono 3 le cose importanti che devono essere fatte in azienda per far prosperare l’attività: acquisire nuovi clienti; coccolarli per non farli scappare; mantenere alti i margini di guadagno. La pubblicità diretta a tutti è inutile, occorre indirizzarla a persone interessate e influenti che diffondono la “notizia”. Occorre investire in prodotti, servizi e tecniche che siano tanto utili, interessanti, stravaganti e degni di nota da stimolare nel mercato il desiderio di ascoltare quello che hai da  raccontare affinché si configuri una risposta ad una necessità e il consumatore ha il potere di scegliere se farsi sedurre o meno.   Il ritorno economico deve dunque essere frutto di una concreta str

ABBRACCIAMO LA COMPLESSITÀ E NE FACCIAMO UNA COSA SEMPLICE ANZI SEMPI, GRAZIE ALLA INTELLIGENZA ARTIFICIALE

  Artificial Intelligence  o  Learning Machines , intese come insieme di tools elettronici in grado di risolvere problemi e riprodurre attività proprie dell’intelligenza umana, rappresenta oggi uno dei principali campi delle scienze informatiche particolarmente promettente sia in termini di potenzialità di sviluppo che di ritorni in termini di profitti sia dalla parte dell’utilizzatore che dalla parte del cliente. COME ABBIAMO DECISO DI “SFRUTTARLA”? SEMPLICE O MEGLIO DIRE S.E.M.P.I! Ti mettiamo a disposizione gli strumenti innovativi informatici per la predisposizione dei documenti che costituiscono il bilancio di esercizio (stato patrimoniale, conto economico, rendiconto finanziario) e per l’interpretazione dell’andamento della gestione aziendale attraverso l’analisi di bilancio (indici e flussi) ma soprattutto una plancia di controllo dove vedere sempre just in time l’andamento della tua attività. I vantaggi sono anche altri... Una ordinata tenuta dei registri contabili, spesso affi